monica BISOGNO

     
home opere pensieri critica mostre pubblicazioni biografia contatti Giancarlo Bonomo
     

media

contenuti extra

       
                 

micromondo

la mansarda

il cammino della mano

la strada verso il fiume

la forza dei pensieri

l'albero di dafne

l'arte, un bisogno?

eva nella pancia del serpente

continuo dialogo

la memoria pulsante

l'arte, un bisogno? 

L’essere artista mi consente di esprimere me stessa, di raccontarmi e di raccontare. Al posto delle parole, immagini colori forme che invitano alla riflessione, all’ascolto di una comunicazione che passa attraverso i sensi e il cuore, fatta con l’anima per l’anima. E spesso proprio per questo motivo mi chiedo quali siano le mie responsabilità verso il mondo e quale senso abbia il mio produrre.

Facciamo parte di una struttura, una società dove la parola “produzione” riporta a un concetto relazionabile a un valore economico e dove chi non produce ”moneta”, può benissimo non considerarsi parte integrante e utile di questo sistema.

Il concetto di arte e soprattutto del fare arte, dovrebbe soddisfare in primo luogo un bisogno intimo di trasmissione e di nutrimento dello spirito: mi interrogo e vi chiedo, allora, se in una società dove la superficialità, l’apparenza, il potere la fanno da padrone, se sussiste la necessità della figura dell’artista. Artista che produce principalmente per se stesso, per appagare un’esigenza creativa innata e irrefrenabile, per la commozione di veder tramutare un pensiero, una sensazione in un’opera compiuta.

Chi come me crede ancora nella validità di questo mestiere, nella possibilità che l’uomo moderno e contemporaneo continui a sentire la vita e a volersi saziare di emozioni, allora sceglie un percorso non facile, assumendosi spesso l’appellativo di folle, irragionevole, sognatore, continuando a  nutrire con il proprio lavoro, quella fame di sentimenti di cui l’essere umano ha bisogno per vivere, anche se di sovente non se ne rammenta.

 
 

© Copyright 2013 MONICA BISOGNO. All rights reserved.